Breve sintesi sullo stato della disciplina in tema di dispositivi e seggiolini antiabbandono. Contesto L’abbandono di un minore in auto è un evento che certamente segna i familiari coinvolti, soprattutto se da questo derivano esiti tragici. Nell'intento di prevenire queste situazioni, il legislatore ha recentemente disciplinato la materia, dettando le indicazioni per l’adozione obbligatoria di dispositivi tecnologici che segnalino la presenza di un bambino nel veicolo. La norma L’articolo di riferimento è il 172 del Codice della strada (C.d.S.), modificato con l’introduzione del comma 1 bis dalla legge n. 117/2018 e recentemente integrato nei dettagli tecnici con decreto n. 122 del 02/10/19 del Ministero...

[Data la complessità dell'argomento, il presente articolo è soggetto a continuo aggiornamento] Questo articolo mira ad individuare e ad esporre in maniera semplice alcuni aspetti salienti dell’istituto dell’amministrazione di sostegno.   ASPETTI GENERALI L’istituto è rivolto alla protezione di un soggetto che per motivi derivanti da una patologia o da una peculiare condizione, si trova nell'impossibilità, anche parziale, di esprimere validamente il consenso, autodeterminarsi e quindi di provvedere pienamente ai propri interessi. In caso di sola disabilità fisica, il soggetto può rilasciare una procura generale dinnanzi ad un notaio con la quale attribuisce ad un soggetto di fiducia poteri di gestione patrimoniale e medica. È bene...

La fine del matrimonio: effetti della separazione ed effetti del divorzio La fine del rapporto di coniugio è determinata da due fasi: la separazione e il divorzio. Tali momenti sono ben distinti dal codice civile, sia per quanto concerne le norme che li regolano, sia in relazione agli effetti che producono. Si distingue la separazione di fatto, improduttiva di effetti dal punto di vista giuridico, tipica dei due coniugi che decidono di interrompere la loro relazione e la convivenza, dalla separazione legale. Questa potrà essere a sua volta consensuale o giudiziale, rispettivamente allorché i coniugi siano in grado di accordarsi pacificamente circa...

Brevissimo compendio della disciplina della rinuncia all'eredità.   Caratteristiche La rinuncia è l’atto attraverso il quale un soggetto chiamato all'eredità, vi rinuncia. Uno dei punti che spesso generano perplessità riguarda il momento nel quale la rinuncia può essere validamente compiuta: ciò può avvenire solo dopo l’apertura della successione (alla morte del de cuius), nessuna rinuncia può esistere prima! Tale divieto è posto dall'art. 458 c.c. “Divieto di patti successori”, precisamente “[..] È del pari nullo ogni atto col quale taluno dispone dei diritti che gli possono spettare su una successione non ancora  aperta, o rinunzia ai medesimi.” La ragione che sta alla base di una...

Immaginiamo una persona che, sebbene non interdetta o inabilitata giudizialmente, si ritrovi in una condizione tale da vedere la propria capacità di intendere e di volere grandemente scemata, a causa – ad esempio - di una malattia in evoluzione. Ipotizziamo, poi, che questo soggetto si impegni nei confronti di un altro attraverso la sottoscrizione di un titolo di credito, quale la cambiale, che, per sua natura, può girare passando di mano in mano (le cosiddette “girate”). Come affrontare un caso così delicato, dove la persona vulnerabile può subire un pregiudizio, a volte anche particolarmente grave? È noto che un soggetto che si...